Bologna, Palazzo Davia Bargellini, ore 10.30 - La presentazione della Prima Edizione del Bilancio Sociale AIOP Emilia-Romagna ha lo scopo di condividere assieme agli stakeholders (Cittadini, Istituzioni Regionali, Soci, Collaboratori) il ruolo che l’ospedalità privata riveste all’interno del territorio regionale, non solo come fondamentale contributo all’erogazione di servizi sanitari di alta qualità, ma anche come attori che promuovono, incentivano e consentono innovazione e sviluppo.

Alla presentazione di Nomisma, che ha curato lo sviluppo metodologico e scientifico di questa prima edizione del Bilancio Sociale Regionale, seguirà una tavola rotonda in cui verranno discusse le principali evidenze emergenti dall’analisi e, in particolar modo, l’impatto e le ricadute socio-economiche che scaturiscono dalle prestazioni e dalle attività sanitarie delle strutture regionali in termini di occupazione, impulso all’innovazione, produzione ed impiego di beni e servizi appartenenti ad altri settori produttivi, creazione di reti ed attrattività territoriale.

Consulta il programma del convegno

Pubblicato in News

Auditorium FICO, via Paolo Canali 8, Bologna, Ore 14.30 - Il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Professione (CLaMEP) dell’Università di Bologna e PwC, in collaborazione con il Resto del Carlino, Confindustria Emilia, Nomisma, CRIF Ratings, l’Ordine e la Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna hanno condotto un’analisi sulle performance delle prime 500 aziende di Bologna e provincia. La presentazione dei risultati è l’occasione per approfondire la rilevanza della trasformazione digitale sulle imprese del territorio, analizzando le opportunità e le sfide generate dai nuovi modelli di gestione del business.

Parteciperà ai lavori Lucio Poma, Responsabile Scientifico dell'Area Industria e Innovazione di Nomisma, con un intervento sulle “Prospettive dell’economia bolognese nell’era digitale”.

Consulta il programma dell’evento e le modalità di partecipazione

Pubblicato in News

Bologna, Palazzo Davia Bargellini, Sala Convegni, ore 14.00 – Greener Cities, Il simposio internazionale sul ruolo delle infrastrutture verdi e dei servizi ecosistemici in un ambiente urbano sempre più suscettibile al cambiamento climatico, si terrà dal 12 al 15 settembre a Bologna.

Tra i patrocini, a fianco del Ministero dell’Ambiente, della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Bologna, ci sarà Nomisma che organizzerà, inoltre, nella giornata del 11 Settembre p.v. il workshop di apertura del simposio, intitolato “Verde urbano per un modello di resilienza”.

Aprirà il workshop Marco Marcatili, Responsabile Sviluppo Nomisma con un intervento intitolato “Città e green: una prospettiva in-credibile”.

Consulta il programma del corso

Pubblicato in News

Rimini Expo Centre, Area Meeting Macfrut Bio – PAD. B1, ore 15,30 – Silvia Zucconi, Responsabile Market Intelligence Nomisma, ed Evita Gandini Survey Coordinator Nomisma, illustreranno le caratteristiche del mercato dei prodotti ortofrutticoli biologici freschi nei due più importanti mercati europei: Italia e Germania.
Il confronto tra questi due paesi, costituisce un’importante fonte di informazione per le strategie commerciali da parte degli operatori.

Programma

Pubblicato in News

Rimini Expo Centre, Sala Diottalevi 2, ore 10:30 – Silvia Zucconi, Responsabile Market Intelligence Nomisma, illustrerà l’andamento dei consumi di frutta ed ortaggi freschi biologici in Italia. Verranno approfonditi il profilo del consumatore, le motivazioni di acquisto e l’andamento delle vendite sul segmento retail.

Programma

Pubblicato in News

Bologna - L’evento “Finanziare, innovare, integrare. BUILD LAB per il rilancio del mercato della riqualificazione”, organizzato da ASTER, è l’occasione di lancio di BUILD LAB - Laboratorio di Innovazione e Finanza per l’Edilizia Sostenibile, luogo di aggregazione tra gli operatori della filiera dell’efficienza energetica per l’edilizia, uniti dal comune obiettivo di migliorare la qualità, l’attrattività e la sostenibilità finanziaria degli interventi. Attraverso un dibattito con le istituzioni intervallato da interventi tematici e tecnici, verranno messe in evidenza le opportunità che si stanno affacciando sul panorama regionale, nazionale ed europeo per rilanciare gli investimenti per la riqualificazione degli edifici e la rigenerazione delle città.

Il talk, moderato dal giornalista Maurizio Melis di Radio 24, vedrà la presenza di rappresentanti istituzionali della Regione Emilia-Romagna, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell’Economia e Finanze, rappresentanti del mondo delle imprese, della finanza e della ricerca ed esperti del settore di livello nazionale e internazionale.

Partecipa all’evento Marco Marcatili, analista economico di Nomisma.

Programma e iscrizioni

 

Pubblicato in News

Bologna, BolognaFiere, Pad. 33, ore 11.00 - Le imprese che hanno deciso di innovare in modo significativo i loro processi interni, nella scelta degli “asset” su cui investire, hanno privilegiato quelli che maggiormente concorrono a realizzare condizioni di vantaggio competitivo sui mercati. In questa prospettiva l’investimento sul capitale umano è quello che più di altri valorizza le componenti distintive di un’impresa e dei suoi prodotti. Le Corporate Academy, in questa prospettiva, possono svolgere un’importante funzione di allineamento e convergenza sugli obiettivi aziendali delle risorse coinvolte in questi processi e di snodo di competenza sul territorio territoriale.

Concetta Rau, Responsabile Area Innovazione e Assistenza Tecnica Pubblica Amministrazione di Nomisma presenta lo studio sulle Corporate academy regionali.

Programma

Pubblicato in News

Bologna, Banca d’Italia, ore 16:30 - In occasione della presentazione del Rapporto della Banca d’Italia “L’economia dell’Emilia-Romagna”, interviene Andrea Goldstein, Managing Director di Nomisma.

Invito

Pubblicato in News

Bologna, 5 maggio 2016 – Nomisma, in collaborazione con Crif, ha progettato uno strumento innovativo in grado di misurare il valore espresso dai territori italiani in relazione a specifici fattori (imprese, lavoro, turismo, affidabilità creditizia, governance, benessere sociale …). Per misurare e valutare performance e attrattività dei territori sono stati individuati oltre 50 micro-indicatori descrittivi di 9 domini di analisi: Imprese e Lavoro, Turismo, Governo e Politica, Salute, Ambiente, Relazioni Sociali, Sicurezza, Educazione. L’analisi è stata sviluppata per la prima volta per il Comune di Cervia che - assieme a Cooperativa Bagnini Cervia - ha promosso un percorso di analisi innovativo per valutare il territorio in relazione alla capacità di attrazione, alla affidabilità delle imprese e alla generazione di valore per la comunità economica. L’EQUITY SCOREBOARD NOMISMA-CRIF è stato valutato anche per i capoluoghi di provincia italiani e per la Regione Emilia-Romagna, così da proporre valutazioni comparative e posizionare Cervia nella graduatoria dei territori italiani.

20160505 CS img 01

L’EQUITY SCOREBOARD offre – da parte di Nomisma – un approccio metodologico e una piattaforma informativa unica con dati secondari e da survey; da parte di CRIF le informazioni creditizie derivanti dal proprio patrimonio informativo. Questo patrimonio di dati si concretizza nell’indicatore sintetico - denominato EQUITY SCOREBOARD NOMISMA-CRIF - in grado di misurare e posizionare la capacità di un territorio nell’esprimere “valore”, mappando le diverse componenti che lo generano (istituzioni, imprese, settori, comunità).

Le prime anticipazioni del lavoro sono state presentate in anteprima durante la conferenza stampa in cui sono intervenuti Luca Coffari – Sindaco di Cervia, Luisa Monti - CRIF, Danilo Piraccini – Presidente Coop Bagnini Cervia, Silvia Zucconi – Nomisma e Andrea Corsini – Assessore Turismo e Commercio Regione Emilia Romagna.

L’Equity Scoreboard per il sistema Cervia (che comprende, oltre a Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata) raggiunge un punteggio molto elevato, sia in termini assoluti (è pari a 0,86 a fronte di un campo di variazione compreso tra 0 e 1) – che, soprattutto, in termini relativi (il dato medio nazionale è pari a 0,55). Per comprendere appieno la capacità di Cervia di esprimere valore è opportuno un confronto con altri territori.

La classifica italiana mostra nei primi 10 posti 4 province dell’Emilia-Romagna: Bologna (rank 2 in Italia, con un valore dell’indice pari a 0,91), Rimini (rank 4, 0,86), Ravenna (rank 6, 0,82) e Modena (rank 7, 0,82).

Questa graduatoria fa comprendere che Cervia se lo fosse capoluogo di provincia sarebbe idealmente posizionata al quarto posto della graduatoria nazionale.

20160505 CS img 02
Fonte: Equity Scoreboard Nomisma powered by CRIF

La forza del sistema Cervia si concretizza soprattutto in alcuni fattori: innanzitutto sul dominio “Imprese e Lavoro” - che esprime vitalità del tessuto produttivo, capacità di generare lavoro e affidabilità creditizia delle imprese. Tale dominio cattura 89 punti su 100, con un posizionamento al vertice nella graduatoria delle province italiane (quarto posto per Cervia, dopo Milano, Bolzano e Monza – con un valore dell’indice superiore al 39% rispetto alla media nazionale e al 14% rispetto al dato medio della regione Emilia-Romagna).

Cervia si trova in posizione apicale anche per il dominio “Politica e Governo” - che include, ad esempio, tra i micro-indicatori - capacità di spesa, pressione tributaria pro-capite, investimenti comunali pro-capite, caratteristiche dei rappresentanti del governo locale per genere e classe di età.

Sul fattore turismo Cervia è in tredicesima posizione nel ranking nazionale delle province italiane (0,56 il valore dell’indicatore su tale pilastro, valore superiore del 14% rispetto al dato medio nazionale), al pari di Siena e Treviso. Su tale dominio – che misura, ad esempio, la capacità di attrazione di un territorio sulla componente straniera dei turisti, dotazione ricettiva, tasso di utilizzo delle strutture….  - la classifica vede primeggiare Firenze, Roma, Milano e Bolzano.

20160505 CS img 03
Fonte: Equity Scoreboard Nomisma powered by CRIF

L’Equity Scoreboard restituisce un elevato valore per Cervia grazie alle ottime performance registrate dal tessuto imprenditoriale, con particolare riferimento alla filiera degli stabilimenti balneari del sistema cervese.

CRIF ha analizzato il tessuto imprenditoriale dei Bagnini di Cervia sotto il profilo del ricorso al credito, mettendo a confronto il comparto rispetto all’intera “filiera del mare” e al tessuto economico della provincia di Ravenna (al netto del settore dell’edilizia). L’analisi, condotta su dati contenuti in CRIF Information Core, il patrimonio informativo di CRIF, ha evidenziato come gli stabilimenti balneari ricorrano maggiormente a forme di credito garantito, che è credito “sano” in quanto a bassa rischiosità: è garantito il 71% del credito erogato ai bagnini, contro il 54% di quello concesso alla filiera del mare e contro il 42% medio del credito alle altre realtà economiche della provincia.

Inoltre, i bagnini dell’area cervese privilegiano il credito a medio/lungo termine (cioè credito con piani di rientro oltre i 3 anni), tipico di investimenti con una progettualità di durata: è a medio/lungo termine l’82% del credito ai bagnini contro un 62% medio delle altre aziende della provincia.

Infine l’affidabilità creditizia della filiera del mare di Cervia è medio-alta (86% contro un 79% del resto della provincia, sempre al netto del comparto dell’edilizia): in particolare i bagnini di Cervia hanno mantenuto dei livelli di affidabilità medio –alta sostanzialmente costanti dal 2012 ad oggi, dimostrando di essere un settore che ha tenuto in maniera formidabile anche durante la crisi.

“Il sistema Cervia è connotato da un livello di affidabilità medio-alta, da un indebitamento a bassa rischiosità e finalizzato ad investimenti di durata” dichiara Luisa Monti - Regulatory & Innovation Support  - Information Solutions CRIF “La ”filiera degli stabilimenti balneari” dell’area di Cervia rappresenta un tassello sano e robusto in grado di contribuire al sostegno dell’economia della provincia: compromettere questo comparto avrebbe ripercussioni significative sulla filiera del mare ed in ultima analisi sull’economia della provincia stessa”.

20160505 CS img 04
Fonte: Crif Information Core by CRIF

Riconoscimenti di valore che arrivano a Cervia-Milano Marittima-Pinarella-Tagliata anche e soprattutto dai suoi frequentatori (turisti ed escursionisti). Questa è la sintesi che arriva dall’indagine realizzata da Nomisma su chi preferisce fare vacanze ed escursioni in località balneari (1300 interviste di cui 530 su turisti ed escursionisti). In particolare, l’Emilia-Romagna è la prima regione per reputation rispetto alla capacità di offrire spiagge organizzate, ben attrezzate e ricche di servizi: il riconoscimento arriva, non solo dai frequentatori delle località cervesi (oltre il 50% sia di turisti che di escursionisti conferiscono il podio più alto all’Emilia-Romagna), ma anche dai turisti che non hanno frequentato la nostra regione (il 37% attribuisce comunque il primo posto all’Emilia Romagna – seguita a lunga distanza da Liguria – con il 9% dei consensi – e Veneto e Toscana – 5%).

E inoltre, a livello di singole località balneari, la premiership per il “prodotto spiaggia” è ricondotta a due località della riviera romagnola – Riccione e il sistema Cervia-Milano Marittima-Pinarella-Tagliata. Queste due località raccolgono rispettivamente il 30% e il 26% dei consensi dei turisti per capacità e competenza di offrire accoglienza, servizi e organizzazione in spiaggia. Riconoscimento decisamente lusinghiero, se si considera che altre località - quali Forte dei Marmi, Viareggio, Jesolo, Alassio - non superano il 10% dei consensi di chi preferisce passare le proprie vacanze al mare.

La capacità di proporre un’offerta ricca, competitiva ed adeguata alle esigenze di turisti non si ferma alla generazione di valore “turistico” da parte degli oltre 677 mila turisti che frequentano per vacanze il sistema Cervia, ma si “diffonde” agli altri settori che ne beneficiano più o meno direttamente.

La Survey Nomisma ha infatti evidenziato che il 13% della spesa dei turisti va a beneficio dei pubblici esercizi e una ulteriore quota - di analoga entità – rappresenta indotto per il commercio in senso stretto. Se si considera, inoltre, la forte presenza di chi in giornata frequenta le località del territorio di Cervia, l’indotto dell’economia del mare su commercio e pubblici esercizi si espande ulteriormente: la spesa media giornaliera degli escursionisti (64€ a giornata) va a beneficio dei pubblici esercizi per il 24% e del commercio per il 32%.

20160505 CS img 05
Fonte: Survey Nomisma per Cooperativa Bagnini Cervia-Comune Cervia

"Nomisma assieme a CRIF- società leader nelle informazioni del sistema creditizio e della business intelligence - ha messo a punto un metodo di lavoro in grado di misurare il valore del territorio cervese messo in campo da imprese, associazioni, istituzioni” dichiara Silvia Zucconi, Coordinatore Market Intelligence & Consumer Insight di Nomisma “L’Equity Score Board Nomisma-Crif testimonia in modo chiaro forti competenze e potenzialità del territorio di Cervia e individua nell’affidabilità creditizia del sistema spiaggia un forte asset per lo sviluppo del territorio. L’Equity Score Board Nomisma-Crif ambisce a costituire per i territori una base comune a supporto delle politiche di sistema per promuovere futuri impegni nel segno dell’innovazione e della crescita”.

Siamo convinti che per superare le difficoltà create da questa lunga crisi economica, è quanto mai necessaria un'alleanza che coinvolga i soggetti che ricoprono ruoli di responsabilità nella nostra società“ dichiara il Presidente della cooperativa bagnini di Cervia Danilo Piraccini “Esplicitare le esclusività di Cervia all’attenzione del mondo economico finanziario è una attività strategica per favorire gli investimenti. La finanza ha necessità di conoscere i luoghi, le buone pratiche burocratiche, le energie, la capacità di innovazione del territorio e la progettualità e la coesione della sua gente. In questo Cervia ha molto da offrire”.

“I dati emersi dallo studio di Nomisma evidenziano una situazione molto positiva per il distretto turistico dell’Emilia Romagna e rappresentano uno stimolo a fare meglio” – dichiara Andrea Corsini, Assessore Turismo e Commercio Regione Emilia Romagna. “Le politiche regionali nei prossimi anni saranno volte a rafforzare questo sistema a partire dalla legge sul riconoscimento del distretto turistico della costa che metterà a disposizione una dotazione di 20 milioni di euro”.

“Commissionando questo studio abbiamo voluto determinare il ruolo della spiaggia nell’economia cervese” – conclude il Presidente della cooperativa bagnini di Cervia Danilo Piraccinie ora ci troviamo di fronte ad un'analisi che non concede nulla alla speculazione e agli schemi ideologici, ma si basa esclusivamente su dati reali statistici. Stiamo dimostrando al mondo finanziario che Cervia è una piazza dove è bene investire perché le imprese sono sane, solventi e gli amministratori sono seri e collaborativi. Cervia è un territorio dove il rating è alto, per usare un termine bancario. La cooperativa ha intrapreso da due anni un percorso di analisi per raccogliere i dati che servono per affrontare le sfide che i trattati europei c’impongono, primo fra tutti la direttiva Bolkestein – aggiunge Piraccini - e i partner che ha scelto sono leader a livello nazionale. In questo caso il percorso è stato condiviso con il Comune di Cervia e affidato allo Studio Nomisma che ha svolto la ricerca “Cervia Equity”.

DOWNLOAD

Per informazioni:
UFFICIO STAMPA NOMISMA
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Edoardo Caprino – 339 5933457
Giulia Fabbri – 345 6156164

Pubblicato in Comunicati Stampa

Bologna, Savoia Hotel Regency, ore 18.00 – Quali fattori attraggono le imprese straniere in Emilia Romagna? Filiere di fornitura, competenze tecniche, scuole di eccellenza e creatività. Se ne discute al convegno organizzato da Federmanager a seguito dell’Assemblea annuale ordinaria. Partecipa, tra gli altri, Andrea Goldstein, Managing Director, Nomisma.

Programma

 

Pubblicato in News
Pagina 1 di 3

Quick Contact

051 6483111

Strada Maggiore, 44
40125 Bologna - Italy

contact form

Certificazione

Azienda con
Sistema Qualità Certificato

Certificato n.194221

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo. cookies