L’indagine congiunturale sull’agroalimentare di Nomisma nasce con l’obiettivo di raccogliere i numeri chiave del settore agroalimentare italiano (caratteristiche strutturali, performance, internazionalizzazione, percorsi di investimento, innovazione, ecc.) per valutare il livello di competitività delle imprese che vi operano e individuarne, al tempo stesso, i fabbisogni, le aree di miglioramento e le opportunità di sviluppo alla luce degli scenari evolutivi che interessano le diverse filiere.

Visto il successo delle prime due fasi della survey, che hanno coinvolto più di 2.400 aziende dell’agroalimentare italiano, Nomisma prosegue lo studio con una terza indagine diretta che coinvolge le imprese più rappresentative del settore.

Pubblicato in News

Veronafiere - Sala Salieri, ore 14:30 – Silvia Zucconi, Coordinatore CONSUMER INSIGHT Wine Monitor Nomisma, presenta “Le vendite di vino nell’Horeca tra il 2015 e 2016. Un anno di rilevazioni dell’Osservatorio del Vino tra imprese e consumatori” nell’ambito del convegno Wine2Wine.

Invito

Pubblicato in News
Martedì, 22 Novembre 2016 15:53

22 novembre 2016 – Forum Bio 2016

BolognaFiere, Sala Sinfonia, ore 10.30 – Nomisma, in collaborazione con SANA e BolognaFiere, presentano “Bio Made in Italy: le opportunità in USA e Canada”.

Durante il forum saranno presentati i risultati dell’indagine 2016 realizzata da Nomisma sul posizionamento dell’export bio italiano sui mercati internazionali, in particolare in USA e Canada.

L’evento è riservato esclusivamente alle imprese che hanno partecipato all’indagine sull’export SANA-Nomisma.

Per ulteriori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Programma

 

 

Pubblicato in News

BolognaFiere, sala Notturno - Centro Servizi, 1° piano, Blocco D - ore 16.00 - Presentazione dei dati dell’Osservatorio SANA 2016 a cura di Nomisma con il sostegno di ICE e presentazione dei dati di SINAB - MiPAAF e di ISMEA. Silvia Zucconi, Coordinatore Agricoltura e industria alimentare di Nomisma, presenta “Gli acquisti di alimentari biologici in Italia, USA e Canada – motivi, bisogni, preferenze, modalità e luoghi di acquisto del bio”.

L’Osservatorio SANA 2016 promosso da ICE, curato da Nomisma in collaborazione con Federbio e Assobio è lo strumento che propone il monitoraggio dei numeri chiave della filiera biologica, dalla produzione fino alle dimensioni del mercato.

L’Osservatorio SANA è un patrimonio informativo unico - 2500 interviste a consumatori su 3 mercati per monitorare le opportunità di un settore in crescita da oltre 10 anni.

L’Osservatorio SANA è uno strumento di monitoraggio per istituzioni, operatori e media poiché propone approfondimenti innovativi basati su insight originali per valutare le opportunità per il Made in Italy bio, sia sul mercato interno che sui mercati internazionali.

L’approfondimento 2016, grazie al supporto di ICE, è dedicato alla valutazione del posizionamento competitivo sui mercati esteri.

L’Osservatorio 2016 propone il dimensionamento dell’export italiano di prodotti agroalimentari biologici, a cui saranno affiancati i risultati della survey realizzata da Nomisma in esclusiva per ICE-SANA sul consumatore in USA e Canada per valutare perception & reputation del bio Made in Italy.

L’analisi delle Osservatorio 2016  non riguardano solo i mercati internazionali: a SANA 2016 Nomisma presenterà i dati dell’indagine sul consumatore italiano, che come ogni anno propone il tracking delle principali tendenze sui comportamenti di consumo sul mercato interno.

Programma

Pubblicato in News

Bologna Fiere, ore 10.30 - Silvia Zucconi, Coordinatore Area Agricoltura e Industria Alimentare di Nomisma, presenta la relazione “Ortofrutta bio: tendenze, opportunità e prospettive” al convegno organizzato dal Consorzio Il Biologico.

Programma

 

Pubblicato in News

Roma, Hotel Hassler, ore 10.00 – Partendo dallo studio condotto da Nomisma sulla filiera avicola italiana, dando voce agli allevatori, Unitalia organizza il convegno “La filiera integrata – una risorsa per la zootecnia italiana”, per favorire il confronto e la collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti e le istituzioni.

Ersilia Di Tullio, senior analyst di Nomisma, presenta la ricerca condotta da Nomisma dal titolo: “L’avicoltura italiana: un modello sostenibile e di integrazione di filiera nel settore delle carni”.

Programma

Pubblicato in News

La brand reputation dei prodotti tipici marchigiani secondo un’indagine di Wine Monitor Nomisma presentata a Vinitaly 2016 per IMT: gastronomia e vini sono le principali motivazioni del viaggio, dopo mare e città d’arte

(Vinitaly – Verona, 11 aprile 2016). Marche al plurale anche nella percezione della brand reputation dei suoi prodotti tipici: gli italiani che non la conoscono la collocano in basso nella classifica, per gli ‘user Marche’ è invece la terza regione italiana più attrattiva, dopo Emilia Romagna e Toscana. È quanto emerso oggi al Vinitaly da un’indagine su turisti e visitatori realizzata da Nomisma/Wine Monitor e presentata con l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (IMT), nell’ambito della ricerca “Il valore socioeconomico del vino e dell’agroalimentare nelle Marche”. Secondo la survey, condotta su un campione di 1.200 interviste, la gastronomia e i vini delle Marche rappresentano un motivo importante del viaggio, dietro solo al ‘mare’ e ai ‘borghi/città d’arte’. Tra chi vede l’enogastronomia come la principale attrazione della regione, figurano soprattutto le persone con alto grado di istruzione e maggior capacità di spesa.
Questa indagine – ha detto il direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, Alberto Mazzonida una parte ci inorgoglisce, dall’altra ci dice che dobbiamo fare di più sul fronte della promozione e della comunicazione del nostro territorio. E l’enoturismo, la gastronomia, il paesaggio rurale possono rappresentare un valore aggiunto determinate per lo sviluppo economico di agricoltura e turismo”. Proprio l’enoturismo, secondo Silvia Zucconi di Nomisma è la voce con grandi prospettive di crescita: “Il turismo dà un forte impulso al settore agroalimentare, sia per l’impatto diretto che ha sulla ristorazione che per l’acquisto di vino e prodotti agroalimentari, con un giro d’affari quantificato da Unioncamere in 355 milioni di euro. Rilevanza che trova conferma anche nell’indagine condotta da Nomisma, secondo la quale il 36% della spesa dei turisti afferisce all’acquisto di vini e prodotti alimentari, incidenza che sale al 50% tra gli escursionisti che visitano le Marche in giornata”.
E se per i turisti le Marche sono ritenute ospitali (25%), ricche di cibi gustosi (13%) e di vini di qualità (7%), anche l’impatto paesaggistico delle sue campagne è apprezzato. Qui la viticoltura è protagonista perchè, secondo l’indagine, oltre il 90% dei turisti/escursionisti ritiene che i vigneti presenti in regione contribuiscano a creare unicità e bellezza per il paesaggio marchigiano. Tra i vini e i prodotti alimentari svetta il Verdicchio (primo vino ricordato in termini di notorietà spontanea) con il 56%, le olive ascolane, il Ciauscolo e il rosso Conero (14%).

DOWNLOAD


Per informazioni:
Intercom – Ufficio stampa IMT
Ilaria Koeppen 334.3486392 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Viviana Laudani 328.7993824 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio Stampa Nomisma
Edoardo Caprino
Tel. 339 5933457
Giulia Fabbri
Tel. 345 6156164

Pubblicato in Comunicati Stampa

BolognaFiere, Marca, ore 14.00 – Silvia Zucconi, Coordinatore Agricoltura e industria alimentare di Nomisma, presenta “I consumi alimentari bio: i risultati dell’indagine Nomisma sul consumatore italiano”, nell’ambito del convegno Marca-Assobio dal titolo “C’è un grande prato verde – Il biologico, grande opportunità per la Distribuzione Organizzata e le aziende copacker”.

Programma

 

 

Pubblicato in News

Forlì, ore 17.00 – Emanuele Di Faustino, economista Nomisma, partecipa al seminario “Il futuro dell’Iran: prospettive e rapporti con l’Unione europea” con un intervento sullo scenario economico e sulle prospettive per gli investimenti in Iran.

Programma

Pubblicato in News

Bologna, Sala Incontri Nomisma, ore 16.30. In occasione del secondo evento “Talents. La formazione per la competitività” Andrea Goldstein presenta i risultati della ricerca “Formazione e competitività: fabbisogni professionali e skills in Emilia-Romagna” . 

Ne discutono Tiziana FERRARI, Direttore Generale di Unindustria Bologna, Hartmut LEHMANN, Professore ordinario, Scienze Economiche,  Università di Bologna, Antonio DANIELI, Direttore Generale Fondazione Golinelli.

Concluderà i lavori Patrizio Bianchi, Assessore a coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro della Regione Emilia Romagna.

Per informazioni e iscrizioni:
Segreteria organizzativa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - T. 051 6483 158-149-301

Press area:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - E. Caprino T. 339 5933457 - G. Fabbri T. 345 6156164

Programma

Pubblicato in News
Pagina 1 di 7

Quick Contact

051 6483111

Strada Maggiore, 44
40125 Bologna - Italy

contact form

Certificazione

Azienda con
Sistema Qualità Certificato

Certificato n.194221

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo. cookies