Orientamenti ed esperienze.
Politecnico di Milano, Aula Gamma. Interviene Luca Dondi.

Pubblicato in News

Milano, Grand Hotel et de Milan

Partecipa Luca Dondi con un intervento sul mercato immobiliare nel contesto della crisi: situazione attuale, prospettive e nuovi strumenti per fronteggiare le difficoltà del settore

Nel corso del convegno saranno analizzati i principali strumenti finalizzati ad agevolare la vendita o aumentare la redditività dei patrimoni immobiliari, valutandone correttamente le opportunità e i limiti.

Particolare attenzione sarà dedicata alla valutazione degli effetti fiscali e contabili nel ricorso alle diverse operazioni immobiliari. Parteciperanno in qualità di relatori i maggiori esperti della materia provenienti dall’ambito professionale e operativo.

PROGRAMMA

Pubblicato in News
Giovedì, 13 Febbraio 2014 01:00

13 febbraio 2014 – Riqualificare la città

Parma, Future Expo Build – Salone della sostenibilità L’impegno per superare gli ostacoli del credito, del fisco e della crisi economica. Gli scenari e gli strumenti per amministrazioni, imprese, progettisti, tecnici e proprietari d’immobili.

Pubblicato in News

Il sereno, sul fronte casa, ancora non si vede. Eppure i segnali di una ripresa ci sono. Bologna sembra guidare, tra i tanti capoluoghi italiani, l’uscita dal tunnel con compravendite in lieve aumento. Pianeta Casa è il tema della puntata di OTTOBRE ROSSO, il talk show andato in onda su NUOVA RETE il 21 gennaio 2014.

Ospiti in studio: RICCARDO MALAGOLI Assessore alle Politiche Abitative del Comune di Bologna, GIAN LUCA GIORDANI Vice Presidente FIAIP, LUCA DONDI Direttore Generale di Nomisma, CARMINE PREZIOSI direttore Ance Bologna e il giudice onorario del Tribunale di Bologna LUIGI INFELISE.

Pubblicato in Video

A cura di Elena Molignoni, Coordinatore Osservatorio sul Mercato Immobiliare 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

Nell’arco di soli due anni la quota di transazioni di abitazioni intermediate sostenute da mutuo è passata dal 66% del 2011 al 47% del 2013

A condizionare le scelte familiari orientate all’acquisto dell’abitazione sono soprattutto le possibilità economiche, legate alle future aspettative di reddito e occupazione, nonché le difficoltà di accesso al credito. Con riferimento a quest’ultimo fattore, nonostante la capacità di acquisto della domanda sia cresciuta negli ultimi anni, a seguito di una riduzione dei valori immobiliari superiore all’erosione dei redditi medi, la reale accessibilità del mercato è risultata compromessa dal progressivo venir meno del sostegno creditizio.

Nell’arco di soli due anni la quota di transazioni intermediate sostenute da mutuo è passata dal 66,3% del 2011 al 47,5% del 2013, così come il loan to value ha accentuato la discesa, arrivando in media al 60%, a conferma del fatto che l’investimento immobiliare risulti ancora oggi condizionato dalla possibilità di autofinanziamento da parte delle famiglie.
Dall’analisi emerge che a determinare il tracollo dell’attività transattiva non sia stata tanto una scelta consapevole di differimento degli acquisti da parte della domanda, in attesa di un miglioramento ciclico, quanto la decisione del sistema creditizio di rivedere radicalmente la disponibilità ad accettare scommesse sulle capacità reddituali future. Il passaggio dagli eccessi pro ciclici, all’esasperata selettività, ha finito per avere conseguenze devastanti sul settore immobiliare.
Con la revisione delle politiche creditizie attuata da alcuni istituti sul finire del primo semestre del 2013, si è introdotto un elemento di sostanziale novità rispetto al recente passato, in grado di attenuare l’atteggiamento selettivo indotto nella domanda potenziale e, di conseguenza, garantire un minimo di ossigeno al mercato.
L’abbandono di una strategia di chiusura, solo apparentemente auto protettiva, appare l’unica effettiva salvaguardia a disposizione del sistema bancario per agevolare un processo di dismissione altrimenti pressoché impossibile da realizzare. Il continuo ampliamento, tuttora in atto, del novero di posizioni in sofferenza rappresenta, in tale quadro, un elemento di ulteriore complessità e, allo stesso tempo, uno stimolo all’azione immediata.
È evidente, per contro, che il riprezzamento del pregresso, reso necessario dalle condizioni congiunturali e dall’incisiva attività di vigilanza della Banca d’Italia imponga, comunque, cautele nelle scelte di finanziamento, in virtù di una capacità di tutela delle garanzie immobiliari tutt’altro che automatica e indiscriminata, come in passato si è stati erroneamente portati a considerare.
In uno scenario di lento e graduale ripristino della normalità allocativa da parte delle banche si inseriscono le prospettive di superamento della fase più critica del settore immobiliare. Alla luce di ciò, risulta evidentemente improprio e fuorviante l’esclusivo riferimento all’elemento fiduciario e, più in generale, al rilancio della domanda come fattore di ripresa del mercato.
Nonostante l’indubbio emergere di segnali rassicuranti, la precarietà del contesto impone cautela e non autorizza professioni di incondizionato ottimismo.

DOWNLOAD

Pubblicato in Focus On Archivio

Riva del Garda, Palazzo Congressi Convention nazionale sulla riqualificazione e gestione sostenibile dei patrimoni immobiliari Partecipa Luca Dondi dall’Orologio Direttore Generale di Nomisma con un intervento dal titolo "Un nuovo metro globale per misurare il valore di un immobile"

PROGRAMMA

Pubblicato in News

Torino. Circolo dei Lettori, Sala Lettura - Convegno “Urban Promo 2013” Partecipa Luca Dondi dall’Orologio Direttore Generale di Nomisma, con un intervento dal titolo “La domanda di edilizia abitativa sociale in 7 città del Sud Italia".

Pubblicato in News

Risultati, strumenti giuridici e soluzioni finanziarie oggi a disposizione per riqualificare gli immobili pubblici. Quali sono le soluzioni a disposizione della PA per efficientare ed aumentare il valore dei propri immobili?
Quali gli interventi che possono produrre un risparmio energetico tale da costituire il capitale necessario al loro stesso finanziamento? Soprattutto: che strumenti giuridici e finanziari abbiamo a disposizione per bandire appalti che consentano tutto questo? Il Workshop si propone l’obiettivo di rispondere a tali interrogativi fornendo la “cassetta degli attrezzi” (giuridici, finanziari, tecnologici) a disposizione per “confezionare”, oggi e subito, un progetto di
riqualificazione efficiente, concretamente realizzabile e finanziabile.
Partecipa Marco Marcatili.

PROGRAMMA

Pubblicato in News

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo. cookies