Thursday, 14 January 2016 09:00

14 January 2016 – A big green field

BolognaTrade Fair, Marca, at 2:00 PM – Silvia Zucconi, Coordinator of Nomisma’s Agriculture and Food Industry Unit, is making a presentation on “Organic food consumption: the results of Nomisma’s Italian consumer survey", at the conference organized by Brand-Assobio entitled "A big green field - Organic, a great opportunity for retail chains and copacker companies " .

Programme

 

 

Published in News

Bologna, Nomisma Conference Hall, at 4:30 PM - During the second event in the series, "Talents: Training for competitiveness", Andrea Goldstein, Managing Director of Nomisma, will present the results of the study “Training and competitiveness: vocational needs and skills in Emilia-Romagna”.

The study results will be discussed by Tiziana FERRARI, Managing Director of Unindustria Bologna, Hartmut LEHMANN, Full Professor of Economic Sciences, University of Bologna, and Antonio DANIELI, Director General of Fondazione Golinelli.
Concluding remarks will be made by Patrizio Bianchi, Emilia-Romagna Regional councillor for coordination of European policies for development, education, vocational training, universities, research and labour.

For further information and registration:
Organising secretariat: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - T. 051 6483 158-149-301
Press area: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - E. Caprino T. 339 5933457 - G. Fabbri T. 345 6156164

Programme

Published in News

Forlì, at 17.00 - Emanuele Di Faustino, Nomisma’s economist, will participate in the seminar "The future of Iran: prospects and relations with the European Union" with a speech on the economic outlook and investments prospects in Iran.

Programme

 

Published in News
Thursday, 19 November 2015 00:00

19 November 2015 - Bio Forum 2015

BolognaFiere, Symphony Hall, 10:30 AM - Nomisma, Assobio and Federbio, in collaboration with BolognaFiere and SANA, are presenting "All the numbers of organic: trends, consumers, and exports."
At the forum there will be a presentation of the results of the 2015 survey conducted by Nomisma on Italian consumers, the size and positioning of Italian organic exports in international markets.
The event is restricted exclusively to companies that have participated in the SANA-Nomisma survey on exports.
For more information: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Invitation

Published in News

Bologna, Nomisma Conference Room, at 10.00 - Growing Seeds Forum is a series of events organised by Nomisma with the support of Philip Morris Italy Srl.

During the first event, "Imitation, counterfeiting, brand protection systems – from designations of origin to traceability tools" Nomisma intervenes with a report entitled "Origin, Italian sounding, traceability of food products: what does the US consumer think?" illustrating the results of the Nomisma consumer survey on US consumer.

Save the date

For any information and registration:
Secretary:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - T. 051 6483 158-149-301

Press area:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - E. Caprino T. 339 5933457 - G. Fabbri T. 345 6156164

 

Published in News

Milan, Expo, Lounge Area, Mipaaf Pavillion – at 11:30 AM – Within the context of the activities of the Observatory on Italian agricultural cooperation, Ersilia di Tullio, Cooperation Coordinator at Nomisma, will make a presentation on the exports of agri-food cooperatives.

Programma

Published in News

IL BIO AGROALIMENTARE MADE IN ITALY CONFERMA IL SUO SUCCESSO ANCHE ALL’ESTERO: +337% DAL 2008.
L’export italiano bio vale 1,42 miliardi nel 2014
È quanto emerge dai risultati dell’Osservatorio Sana 2015 curato da Nomisma
La filiera biologica italiana gode di ottima salute. Tutti in numeri chiave 2014 sono in crescita: superfici, imprese, punti vendita. Ma il trend che più sorprende arriva dal mercato finale: le vendite agroalimentari bio crescono in doppia cifra sia sul mercato interno che all’estero.
A spiegare i motivi di questo ampio consenso è l’Osservatorio SANA 2015 promosso da ICE, curato da Nomisma, su incarico di BolognaFiere e in collaborazione con Federbio e Assobio.
L’Osservatorio Sana-Nomisma 2015 ha come focus la misurazione dell’export di prodotti agroalimentari biologici italiani e la valutazione del posizionamento competitivo sui mercati esteri. Obiettivi realizzati tramite l’implementazione di una Survey su 155 imprese agroalimentari bio italiane che esprimono un fatturato agroalimentare biologico di 1 miliardo di euro (circa un quarto del fatturato della filiera biologica italiana). I risultati parlano chiaro: il settore agroalimentare biologico continua a esprimere un grande potenziale, anche aldilà dei confini nazionali. L’export di prodotti agroalimentari bio italiani è in crescita esponenziale (+337% rispetto al 2008) e nel 2014 ha generato un fatturato di 1,4 miliardi di euro (4% sull’export agroalimentare italiano totale).

20150912 CS Grafica1
Fonte: NOMISMA e ASSOBIO per Osservatorio SANA 2015

“L’export agroalimentare bio è costantemente trainato dalle ottime performance del Made in Italy sui mercati internazionali (+2% 2014 su 2013). Ma la crescita dell’export bio è supportata anche da altri fattori decisivi.” - dichiara Silvia Zucconi, coordinatore area Agroalimentare Nomisma che ha curato l’Osservatorio SANA 2015 - “Innanzitutto una vivace domanda di prodotti biologici a livello mondiale (+13% la crescita delle vendite nell’ultimo anno), ma soprattutto la capacità del bio Made in Italy di offrire qualità, innovazione e garanzie aggiuntive (prima fra tutte la tracciabilità).”

Prodotti, quindi, con attributi distintivi riconosciuti e apprezzati sia dalla grande distribuzione gli operatori commerciali che dai consumatori internazionali: è certamente il primo motivo per cui le imprese italiane del bio mostrano un’ottima capacità di presidio dei mercati internazionali. Anche la loro propensione all’export ne è una dimostrazione: sale al 24% la quota dell’export sul fatturato, a fronte di un 18% registrato dall’agroalimentare nel complesso.

La vocazione all’export delle imprese bio italiane è forte (nel 2014 l’80% delle imprese del campione è stata attiva sui mercati internazionali) e l’esperienza è consolidata: il 74% delle imprese esporta da oltre 5 anni, mentre un ulteriore 19% ha iniziato a vendere oltre confine da 2-3 anni.

Il paniere bio all’estero si concentra su alcune categorie di punta del Made in Italy: ortofrutta fresca (20% del fatturato in export bio del campione), pasta (12%), carni fresche e trasformate (7%) – soprattutto salumi e insaccati – e vino (7%). Pesanti anche alcune altre referenze tipiche del paniere bio come i sostituti del latte (bevande vegetali a base di soia o riso) che generano il 16% del fatturato estero.

Per quanto riguarda i principali mercati presidiati, la UE rappresenta il maggior sbocco per l’export bio (82%). Come per l’agroalimentare totale, la Germania rappresenta il primo mercato anche per i prodotti italiani bio (24% del fatturato estero realizzato nel 2014), seguita dalla Francia (20%). Ma in futuro a trainare le vendite italiane all’estero potrebbero essere soprattutto i mercati terzi, primo fra tutti quello USA, che oggi copre solo il 4% dell’export agroalimentare a marchio biologico.

“La crescita del bio italiano non si fermerà alle dimensioni di mercato di oggi, e si svilupperà sensibilmente anche all’estero” - dichiara Silvia Zucconi di Nomisma - “Innanzitutto il profilo delle aziende bio è vincente: sono giovani, dinamiche, con grandi capacità manageriali e di commercializzazione. In più sono ottime le aspettative delle imprese export oriented: quasi 8 su 10 prevedono un incremento del proprio fatturato biologico all’estero nei prossimi 3 anni. Ed è grande l’interesse verso i mercati internazionali da parte delle imprese bio che ancora non esportano: il 57% dichiara un forte interesse a intraprendere la strada dei mercati internazionali nel prossimo futuro.”

20150912 CS Grafica2
Fonte: Nomisma per Osservatorio SANA 2015

20150912 CS Grafica3
Fonte: Nomisma per Osservatorio SANA 2015

DOWNLOAD

Per informazioni:
Ufficio Stampa Nomisma
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Edoardo Caprino T. 339 5933457
Giulia Fabbri T. 345 6156164

Published in Comunicati Stampa

Bologna Fiere, SANA - Concert Hall - Silvia Zucconi, Nomisma’s Agriculture and Food Industry Unit Coordinator, presents the results of the SANA Observatory about exports of Italian production. Research supported by ICE. 

Programme

 

Published in News

Milan, Elica Showroom, at 18:00 - The Consortium Marche Biologiche of the Marche Region is organising a press conference entitled "Organic farming:  good for man, protects the environment. The Marche Region case history ".

Silvia Zucconi, Nomisma’s Agriculture and Food Industry Unit Coordinator, will present "All the statistics of the BIO: from production to consumption." 

Programme

Published in News

Milan, Expo Center Hall, at 11.00 - Ersilia Di Tullio takes part in the Forum organised by Sardinia region entitled " Sardinia and the internationalisation of products of excellence " presenting the report on "Paths for the internationalisation of products of excellence: the cheeses example”. 

Invitation

Published in News

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo. cookies