14 giugno 2013 - DEBITO- DE NARDIS: LA DOMANDA CORRETTA E’ PERCHE’ IL PIL CALA NON CERTO PERCHE’ IL DEBITO CRESCE

Milano, 14 giugno 2013-“Di questi tempi la domanda giusta da porsi è perché il PIL cala, non tanto perché il debito cresce”, dichiara Sergio De Nardis capoeconomista Nomisma commentando i dati diramati oggi da Bankitalia sul debito pubblico italiano. “Non è una sorpresa che il debito aumenti; se vi è un disavanzo questo non può che aggiungersi allo stock di debito esistente facendolo aumentare”, continua De Nardis. “L’Italia registrerà ancora nuovi deficit nei prossimi anni, certo calanti, ma pur sempre deficit che alimenteranno il debito. La vera preoccupazione non può e non deve essere il debito, ma il rapporto debito/PIL. E’ su questo dato che vengono valutati gli obiettivi di rientro europei. Il rapporto debito/PIL può calare anche in presenza di un debito crescente, purchè il PIL cresca e cresca più del debito. E ciò non sta avvenendo. Lasciamo da parte idiosincrasie sul debito e poniamo più attenzione – dovuta! – al PIL”, conclude De Nardis.

Per informazioni:
Ufficio Stampa Nomisma
Edoardo Caprino Tel. 339 5933457 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Giulia Fabbri Tel.3456156164 –  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo. cookies