Da Nomisma un’analisi di impatto per misurare il contributo economico e sociale di Coop Alleanza 3.0

Ricerca

Nomisma ha indagato il contributo economico e sociale che l’attività di Coop Alleanza 3.0 ha sul sistema Paese, considerando tutte le dimensioni della generazione del valore: contributo al PIL, occupazione, impatto erariale, etc… 

La ricerca è stata presentata a Rimini in occasione di “Condividere valore”, l’Assemblea generale dei Soci 2023 di Coop Alleanza 3.0, alla presenza di Mario Cifiello, Presidente Coop Alleanza 3.0; Milva Carletti, Direttrice generale Coop Alleanza 3.0, Enrico Quarello, Direttore Csr, comunicazione, relazioni pubbliche e con i soci Coop Alleanza 3.0.

“Condividere valore”: analisi e riflessioni sul contributo di Coop Alleanza 3.0 per il Paese

L’attività di Coop Alleanza 3.0 nel 2022 ha prodotto sul sistema Paese un impatto in termini di valore aggiunto pari a 4,3 miliardi di euro, tra effetto diretto, indiretto e indotto, con un moltiplicatore finale pari a 7,4 euro generati complessivamente per ogni euro di plusvalore apportato dalla cooperativa nel sistema economico italiano.

Nello specifico, 2,2 miliardi di euro sono riconducibili all’effetto diretto del lavoro della cooperativa, con la produzione e la catena di subfornitura; l’effetto indiretto, cioè quello generato dalle attività economiche attivate a loro volta dai fornitori lungo tutta la catena del valore, è pari a 0,8 miliardi di euro, mentre l’effetto indotto prodotto dall’incremento di reddito percepito da tutti i soggetti coinvolti nel processo risulta essere di 1,3 miliardi di euro

– ha spiegato Emanuele Di Faustino, Responsabile Industria Retail e Servizi di Nomisma e coordinatore dello studio realizzato per Coop Alleanza 3.0.

Anche in termini occupazionali l’effetto è considerevole. Come dimostra l’analisi condotta da Nomisma, a fronte di 14 mila unità di lavoro impiegate in Coop Alleanza 3.0 se ne attivano circa 68 mila nell’intero sistema economico italiano. Questo significa che, grazie alla propria attività e rete di fornitura, per ogni unità di lavoro di Coop Alleanza 3.0 si attivano 4,8 lavoratori nell’intera economia nazionale.

L’impatto di Coop Alleanza 3.0 su Regioni e comparti: guidano l’Emilia-Romagna e l’agroalimentare

Dall’analisi emerge come il valore aggiunto attivato da Coop Alleanza 3.0 non interessi allo stesso modo l’intera penisola: il 50% si concentra in Emilia-Romagna, che precede Lombardia e Veneto, rispettivamente con il 25% e il 9%, dove risiedono importanti aziende fornitrici, in primis dell’agroalimentare ma anche di altri servizi e produzioni funzionali all’attività della cooperativa.

Sulla base dell’analisi prodotta da Nomisma emerge come, grazie alla propria attività e rete di fornitura, Coop Alleanza 3.0 generi valore in molteplici e differenti settori dell’economia italiana e regionale. Considerando il complesso dei tre effetti (diretto, indiretto e indotto), il settore che beneficia maggiormente dell’attività della cooperativa è quello agroalimentare, dal momento che raccoglie ben il 25% dell’intero valore aggiunto; seguono il settore immobiliare, del commercio all’ingrosso e al dettaglio, il trasporto terrestre e la fornitura di energia elettrica e gas.

Infine, se si considera nello specifico l’impatto economico generato per la filiera agroalimentare, l’Emilia-Romagna continua a rappresentare il territorio che beneficia maggiormente della presenza di Alleanza 3.0 (con il 40% del totale). Si noti però come, rispetto all’impatto complessivo, nel caso dell’agroalimentare il valore riconducibile alle attività della cooperativa aumenta in Puglia e Marche così come in alcune regioni non servite direttamente dai punti vendita di Alleanza 3.0, come per esempio nel Sud Italia ma anche nel Nord Paese, come il Trentino Alto Adige, in virtù della presenza di importanti aziende fornitrici” – ha concluso Di Faustino.

Le valutazioni di impatto di Nomisma al servizio di imprese e associazioni

La valutazione di impatto socio economico diretto, indiretto e indotto generato da un’impresa, un’associazione, un gruppo, un settore, una filiera o una infrastruttura è uno strumento imprescindibile per supportare decisioni informate e razionali e individuare le più opportune strategie di crescita.

Nello specifico, Nomisma si avvale di un modello proprietario e di una metodologia consolidata per valutare in modo strutturato gli impatti di natura economica, sociale, occupazionale, ambientale, fiscale e organizzativa conseguenti all’attività economica nonché al cambiamento di leggi, norme, regolamenti e sistemi di incentivo in specifici settori economici, filiere produttive e territori.

Se sei interessato a questa soluzione di strategic advisory di Nomisma, compila il form.

Richiedi informazioni

Vuoi ricevere chiarimenti o informazioni dettagliate sulle soluzioni che possiamo proporre a supporto del tuo business? Lascia i tuoi dati in questo form, verrai ricontattato al più presto.


    Aiutaci ad inviarti le comunicazioni di tuo interesse, segnalaci uno o più settori di tuo interesse *

    Resta sempre aggiornato su tutte le iniziative di Nomisma: eventi, iniziative e presentazioni di studi.
    Iscriviti alla newsletter mensile.